giovedì 12 febbraio 2015

Del pannolino

Allora ho la Bimbetta2 che ha deciso che non vuole più il pannolino.

Lei l'ha deciso. Io no. Io avrei volentieri rimandato.

È bene precisare che con Bimbetta1 lo spannolinamento è stato grandioso.
Rapido, poco complicato, una figata, insomma (L'avrà fatta addosso sì e no tre volte! Ed è subito record!!)

E visto che -ovviamente- il culo uno non può averlo sempre, è due giorni che asciugo pipì.
Dovunque.
Ha marcato il territorio, che manco un labrador.
E più le dici di avvisare, e più lei ti avvisa a cose fatte.
Ed è inutile provare a metterle il pannolino, scappa.
Si nasconde ovunque.

Ormai in casa tengo su le Nike da corsa.
Perché santo cielo, è alta due mele o poco più ma corre come un puma.

Penso di aver letto più cose sullo spannolinamento in due giorni che in sette anni da mamma.
Le sto provando tutte.

Sarà che di fondo a me non importava toglierlo, sarà che sta Bimbetta c'ha la testa dura, come sarà sarà ma ormai tocca guardare dove metti i piedi.
Lo "Sciac" è inevitabile.
Pare di stare in risaia.

Per fortuna di notte riesco a tenerglielo.
L'accoppiata pigiama-pannolo le va a genio.
Per cui sto seriamente pensando di tenerla in pigiama tutto il giorno.
Con anche le babbucce, per non dare troppo nell'occhio.

Sono certa che quest'anno il titolo "Mamma dell'anno" sarà mio.

Nessun commento:

Posta un commento