lunedì 9 febbraio 2015

Dei cartoni animati di oggi

È da giorni che nella mia mente frullano domande.
Domande di quelle serie, che danno un senso alla tua vita.
Domande a cui, pur pensandoci tanto, non riesco a dare una risposta.

Quindi ho pensato di scriverle, 'ste benedette domande. 

Magari qualcuno tra voi riesci a districare la matassa ingarbugliata dei miei pensieri.

1) Ma la mamma di Sofia la Principessa è vedova, divorziata oppure è una ragazza madre?
Idem per il re, dov'è la moglie? 

2) Ma l'Orso di Masha come può avere tutta 'sta pazienza?
Possibile che non abbia istinti da orso e non gli venga mai mai lo stimolo di azzannarla alla giugulare?

3) È sei anni che trasmettono Peppa Pig: ma i personaggi non crescono mai?

4) E se non crescono, non è almeno il caso di farli evolvere?
George è normale che a due anni pronunci solo la parola "dinosauro"?
Forse sentire un logopedista?

5) Se a casa di Topolino mi posso sentire come a casa mia, perché se chiamo Tudos quando ho un problema pratico non arriva mai?

6) Siamo sicuri che Bloom sia adolescente?
Non è un tantino precoce nel suo rapporto con Sky?

7) Chi ha inventato i nomi dei personaggi di Calimero aveva dei problemi?
Valeriano, Cesira...ma nomi " classici" tipo Michele, Maria, gli facevano schifo?

8) Perché Violetta non la passano in fascia protetta?

9) Com'è possibile che Tata Susina, che in teoria ha un'esperienza lunghissima con la mafia, su 3 incantesimi che fa, 2 li cicca completamente?

10) Chicchi, coco, la posta di yoyo: perchè permettono che sia trasmessa?
Dovrebbero proibirla per legge. È fastidiosissima.

11) Possibile che Doraemon non abbia ancora menato Nobita, e che anzi continui ad aiutarlo?
Se uno è recidivo, a un certo punto lascialo nel suo brodo, no??


Perché va bene la finzione, ma uno qualche domanda, a un certo punto se la fa!!!

E vi dirò di più: io qualche volta (solo qualche) rimpiango i cartoni animati di una volta, quelli che passavano in tv negli anni 80-90, che ti insegnavano cose.

A pescare la carpa koi più grande di sempre usando una canna di bambù, ad esempio.

A lanciarti sulla schiena sull'erba e usare le gambe come catapulta per i tuoi amici, per tentare di fare il gol dell'anno.

A lasciarci giù il menisco cercando di saltare in aria tanto quanto Mila.

A premere i punti di pressione di una persona (ma in effetti io personalmente non sono mai riuscita a far esplodere nessuno).

A usare la coda di un dinosauro come scivolo.

E non me lo dite che non avete mai provato a legarvi i polsi (senza catene, perché non le avevate sotto mano) per fare il bagher, tanto non ci credo! :-)

Nessun commento:

Posta un commento